Blog: http://houseofMaedhros.ilcannocchiale.it

STATI AVANZATI DI DEPRAVAZIONE

In America c'è chi vorrebbe darsi ragione per decreto

Negli States c'è una TV tutta dedicata al tempo: Weather Channel.
Chi la porta avanti ha proposto la radiazione dall'albo AMS (dev'essere quello che raggruppa i mejo fighi der bigoncio in campo meteorologico) di tutti coloro che ardiscano avanzare dubbi sul fatto che è l'uomo il fattore principale, e magari unico, che sta dietro ai cambiamenti climatici.

Ovviamente la cosa ha scatenato una serie di reazioni ferocissime (mica siamo in Europa), con il Senato (dove evidentemente giace la proposta in tal senso) letteralmente intasato di messaggi di protesta.
Tra i quali questo di James Spann, l'esperto dell'ABC:
"Faccio questo lavoro dal 1978 e conosco decine e decine di meteorologi in tutto il Paese. Il nostro lavoro è studiare un grande volume di dati grezzi e cavarne una previsione per i seguenti sette giorni. Non conosco un solo meteorologo tv che si beva la storiella del riscaldamento causato dall'uomo. Illustro perciò i dati elementari che bisogna sapere. Miliardi di dollari di finanziamenti finiscono nelle tasche della banda di quelli che "è colpa dell'uomo".

Niente di male, ma a quelli di Weather Channel vorrei dire che i soldi vanno guadagnati con conclusioni scientifiche, non balle. Il clima del pianeta va cambiando da quando Dio lo ha creato, continuerà a cambiare, e il riscaldamento degli ultimi dieci anni non è diverso da quello degli anni '30 e di altri decenni passati. Infine, non ci scordiamo che siamo alla fine dell'era glaciale nella quale il ghiaccio copriva la maggior parte del Nord America e del Nord Europa. Se non volete credere a me, cercate tutti quei metereologi senza legami con finanziamenti per ricerche sull'argomento. Quanto a me, non starò a sentire politici o giornalisti o sedicenti scienziati che si stanno arricchendo con la storia dell'uomo distruttore dell'ambiente".

Letta la sfanculata di James (for president), Al Gore ha cominciato a sudare.
Un giorno si dovrà pur fare uno studio serio sugli effetti del copioso sudore di Gore sull'inquinamento dell'aria del pianeta.

Da parte sua, invece, il nostro ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare (e della cura dello spazio interstellare e della pulizia dei buchi neri) ha dichiarato la lesa maestà!
E per ribadire chi comanda, s'è fiondato alla presentazione del Terzo Rapporto dell'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (mica capperi), che si teneva al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra, in auto blu ipercilindrata e superinquinante (addirittura più del SUV di Paolo Cento).

E l'ha lasciata parcheggiata lì, al centro della piazza, che è una delle isole pedonali più ferocemente sorvegliate dai pizzardoni di Ualter il Buono.
Sua Bontà era lì anche lui, ed i maligni insinuano che sia stata quella la ragione per cui i vigili urbani non hanno somministrato ai Puri lo stesso trattamento che riservano ai poveri romani che capitano tra le loro grinfie.

Il Rapporto era intitolato "Qualità dell'ambiente urbano", ed il suo contenuto era tutto un susseguirsi di anatemi contro i mezzi privati, l'inquinamento delle automobili, lo scandalo dei parcheggi in zone vietate o in doppia e tripla fila.

L'Ufficio Stampa del ministero dell'ambiente e della et cetera et cetera ha smentito categoricamente la notizia.
La Casa non ancora!

Pubblicato il 23/1/2007 alle 12.20 nella rubrica Stati Avanzati di Depravazione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web